Comune di Chiusano - Provincia di Asti - Piemonte

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » Tributi » Tributo sui servizi indivisibili (TASI) » Tributo sui servizi indivisibili (TASI)

Stampa Stampa

TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

ATTENZIONE!! Per il Comune di Chiusano d'Asti non è dovuto alcun versamento


Il tributo TASI è stato introdotto dal legislatore per consentire ai Comuni di recuperare il minor gettito derivante dalle esenzioni IMU (previste dalla legge per l’abitazione principale e per i fabbricati rurali ad uso strumentale) e dal taglio dei trasferimenti erariali.


 Il metodo di calcolo è del tutto analogo a quello già previsto per l’ICI e per l’IMU: cambiano soltanto le aliquote, nonché i codici tributo da utilizzare per il pagamento.



Per il calcolo dell'imposta e la stampa del modello F24 è possibile utilizzare il seguente collegamento che mette a disposizione un apposito calcolatore:

Amministrazioni comunali.it

Il modello F24 può essere scaricato e stampato dal sito dell' Agenzia dell'Entrate ove sono riportate anche le istruzioni relative alla compilazione.



QUANDO SI DEVE PAGARE


Per l’anno 2017 per gli immobili adibiti ad abitazione principale, il versamento dell’imposta è effettuato in n. 2 rate con scadenza il 16 Giugno e il 16 Dicembre 2017 applicando l’aliquota e le detrazioni deliberate per l’anno stesso.


CHI DEVE PAGARE E MODALITA’ DI CALCOLO


La TASI è dovuta da chiunque possiede o detiene, a qualsiasi titolo, fabbricati e aree edificabili, ad eccezione in ogni caso dei terreni agricoli.


Il Consiglio comunale ha stabilito di AZZERARE l'aliquota TASI, per l'esercizio finanziario corrente in quanto è stata eliminata la TASI sull'abitazione principale per i proprietari e la quota TASI a carico degli occupanti/inquilini quando per l'inquilino l'immobile in locazione è abitazione principale, mantenendo quindi invariata la situazione dell'anno scorso. 


Base imponibile


Fabbricati adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze 


La base imponibile TASI è pari alla rendita catastale dell’immobile, rivalutata del 5%, moltiplicata per 160.
Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono le medesime unità immobiliari così definite ai fini IMU e precisamente le sole categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una sola unità per ciascuna delle categorie indicate, anche se iscritte in catasto unitariamente all’abitazione.


La rendita catastale dei propri immobili può essere verificata presso gli uffici comunali  oppure via internet collegandosi al sito dell' Agenzia del Territorio.
  


Quota di possesso e periodo di possesso


L’importo della TASI, ottenuto moltiplicando la base imponibile per la specifica aliquota, deve poi essere rapportato al periodo (espresso in mesi) di possesso dell’immobile.

L’importo così ottenuto deve poi essere moltiplicato per la somma delle quote di possesso dei soggetti che scontano quell’aliquota.                                          

Importo minimo


Il versamento della TASI non è dovuto se inferiore a 12 Euro per anno di imposta.


Modalità di versamento


Il tributo è versato in autoliquidazione da parte del contribuente. Il Comune può, al fine di semplificare gli adempimenti posti a carico del contribuente, inviare moduli di pagamento precompilati, fermo restando che in caso di mancato invio dei moduli precompilati il soggetto passivo è comunque tenuto a versare l’imposta dovuta.


Qualora per un immobile  si dovessero riscontrare tempestivi pagamenti frazionati ad opera di ciascuno, o alcuno, dei coobbligati in solido, il versamento si intende regolare se la somma complessiva dei versamenti è pari all’ammontare dell’imposta dovuta per quell’immobile. L’obbligazione in solido si ha solamente nel caso di soggetti passivi appartenenti alla stessa categoria (non vi è obbligazione in solido p.es. tra occupante e proprietari in quanto soggetti passivi diversi).Ai sensi dell'art. 1, comma 166 della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, il versamento dell'importo dovuto deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore o uguale a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.


 Il versamento deve essere effettuato tramite il modello F24, con i seguenti codici:


- 3958 TASI su abitazione principale e relative pertinenze 


- 3961 TASI su altri fabbricati



Collegamenti:
Modulistica


Skip Navigation Links.




   

Link utili

Bussola Trasparenza
Raccolta Differenziata
Gazzetta Amministrativa
Meteo
Fatture PA
Provincia di Asti
Regione Piemonte
 

Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Chiusano d'Asti, Piazza Marconi, 3
14025 Chiusano d'Asti (AT) - Telefono: 0141 901536 Fax: 0141 901142,
Codice Univoco Ufficio per Fatturazione Elettronica UFU3TB
Codice iPA: c_c658
CC.POSTALE: 000013401146
CC.BANCARIO: IT12M0608510316000000020054
TESORERIA UNICA: IT87V0100003245111300300215

C.F. 80003290055 - P.Iva: 01253700056
E-mail: comune.chiusanodasti@comunedichiusano.it   E-mail certificata: chiusano.dasti@cert.ruparpiemonte.it